Google+ chiude: mezzo milione di profili a rischio privacy

Circa sette anni fa, Google ha lanciato il proprio sito di social networking chiamato Google+ . Lunedì 8 ottobre, Google ha annunciato che chiuderà la versione consumer di Google+ nei prossimi mesi in quanto ha rivelato un bug sulla privacy . Resterà attiva la versione business.

Google ha dichiarato che "la versione consumer di Google+ ha attualmente un utilizzo e un coinvolgimento bassi", aggiungendo che "il 90% delle sessioni utente di Google+ è inferiore a cinque secondi".

Google+ ha avuto una morte lunga e lenta. Con il passare degli anni Google ha smesso lentamente di spingere Google+. Sempre meno googlers hanno pubblicato su Google+, almeno la versione commerciale pubblica.

Google ha detto che finirà Google+ "per un periodo di 10 mesi, previsto per il completamento entro la fine di agosto," aggiungendo che, "Nei prossimi mesi forniremo ai consumatori ulteriori informazioni, inclusi i modi in cui possono scaricare e migrare i loro dati. "

Oltre mezzo milioni di profili  Google + a rischio privacy

Secondo un rapporto pubblicato in questi giorni, "centinaia di migliaia" di utenti di Google+ hanno esposto i loro dati a sviluppatori di terze parti a marzo. La compagnia ha deciso di non rivelare la violazione "a causa dei timori che ciò comportasse il controllo regolamentare e causasse danni alla reputazione", riferisce il WSJ .

 Google ha dichiarato che la violazione o la potenziale violazione derivava da un bug in un'API. La società ha affermato che "i profili di fino a 500.000 account Google+ erano potenzialmente interessati. "Tuttavia, Google sostiene che non vi è alcuna prova che i dati del profilo siano stati utilizzati in modo improprio.

I dati del profilo esposti includevano nomi, e-mail, informazioni demografiche e altri dati del profilo. 

Google+: il tentativo fallito di battere Facebook

Google ha lanciato Google+ nel 2011 come una sfida diretta a Facebook. Era una sorta di successore di un precedente sforzo sociale chiamato Buzz , che ha subito una grave polemica sulla privacy e ha causato un accordo con la Federal Trade Commission che ha portato a controlli della privacy per 20 anni.

Google+ ha subito numerosi cambiamenti e aggiornamenti durante i circa sette anni della sua esistenza. Tuttavia, non è mai stato veramente in grado di svilupparsi in un social network autosufficiente per competere con Facebook, Instagram o Pinterest.

Leggi anche: 3 modi per aumentare i commenti ai post Facebook

 Ciò che conta per i marketer

Poiché la maggior parte dei marketer non si affidano pesantemente a Google+, la sua chiusura non avrà un impatto significativo. Tuttavia, questa violazione deve essere vista nel più ampio contesto di ciò che accade più in generale con la privacy e la sicurezza dei dati. Google e Apple stanno ora offrendo agli utenti un maggiore controllo sui loro dati e la possibilità di limitare l'accesso a terze parti.

Questa tendenza dovrebbe continuare e questo incidente probabilmente aggiungerà più carburante al dibattito sulla privacy e accelererà la richiesta di una regolamentazione federale completa per prevenire qualsiasi nuova legge locale sulla privacy e la sicurezza dei dati, mentre gli stati cercano di agire contro tali violazioni dei dati.

 Influenza della classifica dei pulsanti Google+ e +1

Prima del lancio di Google+, Google ha lanciato anche un pulsante per i siti Web nel 2011 . Ha fatto capire che quei pulsanti erano uno dei tanti segnali di classifica usati per la qualità della ricerca e le classifiche. Nel corso degli anni, Google ha ribadito il problema e, man mano che Google+ è cresciuto (o ridotto), Google ha dichiarato di non utilizzare Google+ o altri come segnale di classificazione. Era un argomento scottante in quanto gli studi hanno mostrato prove in entrambe le direzioni.

In ogni caso, con la scomparsa di Google+, puoi essere certo che i pulsanti Google+ e +1 non avranno alcun impatto sulle classifiche future. Quindi questo caso è chiuso.

Google+ ha influenzato alcuni risultati di ricerca.

I pulsanti Google+ e +1 sono comparsi negli anni nella ricerca Google. Con Search Plus Your World, Google personalizzava i risultati della ricerca in base a ciò che i tuoi amici di Google+ avevano cercato e fatto clic. Google mostrava anche i tuoi beni personali, come le tue foto, email, voli, ecc. In base al tuo account Google+ direttamente nei risultati di ricerca. In questi giorni, Google utilizza a malapena la personalizzazione nella ricerca, come ha recentemente ammesso .

Google mostrava anche i post di Google+ nella ricerca in tempo reale quando Google Real Time Search era una funzione di Google.

Google ha anche suggerito agli utenti di effettuare conversazioni su Google+ nel corso degli anni. Questo era il modo in cui Google cercava di guidare la conversazione sul suo social network. Google metteva in evidenza i contenuti di Google+ nei risultati di ricerca e in Google News,  mostrandoti ciò che veniva discusso su Google+. Vedevi Google+ apparire su tutti i risultati della ricerca all'inizio della giornata così spesso che era diventato uno scherzo nella comunità SEO.

Non dimentichiamoci della pesante integrazione di ricerca locale tra Google+ e i risultati di Google Local. In effetti, per un certo periodo Google+ ha praticamente sostituito Google Places, il vecchio nome di Google My Business.

 

 

Hanno parlato di noi

adnkronos logo yahoo libero tiscali sanremo news

Scarica la rassegna stampa

Acquistare fan pagina Facebook Servizi di marketing e SEO professionale Aumenta le visualizzazione dei tuoi video e canali Youtube Realizzazione siti web Joomla professionali Acquista followers per il tuo profilo Instagram 
Rivendi servizi di marketing di alta qualità playspotify Servizi di social media marketing professionali Vendita Fan Facebook Italiani e Reali sviluppo siti web wordpress